Benvenuto sul sito dell’ A.I.N.P. e N.C.

http://www.neuropathology.it/wp-content/uploads/2017/03/Meningioma.png
http://www.neuropathology.it/wp-content/uploads/2017/03/Lewy.png
http://www.neuropathology.it/wp-content/uploads/2017/03/Ependimoma.png
http://neuropathology.it/wp-content/uploads/2017/01/immagine4.png
http://neuropathology.it/wp-content/uploads/2017/01/NEURO-e1485106340958.jpg
http://neuropathology.it/wp-content/uploads/2017/01/neurone.jpg

Risultati immagini per feed  Neuroscience News – Most Recent Links

 

Risultati immagini per feed The Lancet


53° Congresso dell’Associazione Italiana Neuropatologia e Neurobiologia Clinica

43°  Congresso Associazione Italiana Ricerca Invecchiamento Cerebrale

Programma aggiornato al 23 marzo

Scheda iscrizione

Istruzioni abstract

LINK PER SOTTOMISSIONE ABSTRACT

http://neuropathology.neuroabstract.org/utente/login/


Cos’è l’AINPeNC

La Neuropatologia cominciò a svilupparsi in Italia all’inizio del secolo XX, coltivata soprattutto negli ospedali psichiatrici dove venivano eseguite autopsie ai pazienti ivi deceduti. Il principale oggetto di studio furono ovviamente le demenze. Più tardi la disciplina allargò i suoi interessi fino a coprire tutto l’ambito della patologia neurologica ed incrementò il suo sviluppo negli Istituti Universitari di Neurologia, includendo nel suo corpo anche interessi di neurobiologia correlati ai funzionamenti nervosi. Oltre al nome del premio Nobel Camillo Golgi, il quale non era soltanto esperto sull’apparato a lui intitolato, ma anche un noto patologo interessato alle correlazioni anatomo-cliniche, altri insigni neurologi e psichiatri acquistarono notorietà.

Dopo l’ultima guerra la Neuropatologia accrebbe la sua importanza e fu introdotta come insegnamento nelle Scuole di Specializzazione di Neurologia e Neurochirurgia e negli ultimi decenni anche nel corso di laurea in Medicina e Chirurgia. Collocata nell’area neurologica, vide incrementare il suo sviluppo parallelamente allo sviluppo dei Dipartimenti di Neurochirurgia. Sia nella pratica che nella ricerca si estese a coprire principalmente, oltre alle demenze, il campo dei tumori cerebrali, della patologia muscolare e nervosa periferica.
Nel 1966 nacque l’Associazione Italiana di Neuropatologia, come Sezione della Società Italiana di Neurologia e poi come Associazione coordinata, con un numero di membri che raggiunse le duecento unità. Nei primi anni del 2000, l’insegnamento della disciplina fu spostato dal Ministero della Pubblica Istruzione dall’area neurologica a quella anatomo-patologica, ma la disciplina continuò ad essere coltivata nei Dipartimenti Neurologici. Negli ultimi anni la Neuropatologia Italiana subì le stesse modificazioni cui andò incontro la Neuropatologia mondiale, legate soprattutto allo sviluppo della genetica e biologia molecolare e più sofisticate disciplini affini. La sua delimitazione dalle Neuroscienze divenne molto meno netta, mentre i suoi legami con la Clinica Neurologica, la Neurochirurgia e la Neuro-immagine divennero più stretti proprio per lo sviluppo di tecniche molecolari raffinate.

283_History of Neuropathology